Uiguri, Propaganda nera di nuovo al lavoro?

Uiguri, Propaganda nera di nuovo al lavoro?

di Francis Goumain.

Chi pensa che Israele sia la nostra migliore garanzia contro gli eccessi del mondo arabo-musulmano dovrebbe aprire gli occhi: i rabbini e la stampa sionista sono in prima linea, e forse anche all’origine, di tutta l’attuale propaganda nera contro La Cina sugli uiguri.

Il loro obiettivo è duplice:

Nello stesso Occidente, si tratta di ricordare che assolutamente nulla dovrebbe essere fatto o detto contro l’invasione musulmana, contro la costruzione di moschee, contro halal, contro il velo ecc. (E per inciso, niente contro kosher o eruvs).

Vogliono assediare la Cina, l’ultimo serio ostacolo prima della Terra Promessa (il Giappone è caduto da tempo, da quando Hiroshima, esattamente come aveva pianificato Jacob Schiff, vedi ” Lo scudo rosso “)

Ancora una volta, come nel passato, questa lobby si arroga il diritto di interferire negli affari interni di un paese, vediamo oggi dove questo ha portato la Germania e l’Occidente in generale.
L’ultima uscita è quella del rabbino capo Ephraim Mirvis in Inghilterra, che dice di vedere somiglianze nella persecuzione degli uiguri con quella degli ebrei in Europa.

Rabbino capo in Inghilterra
Campo di rieducazione nello Xinjiang (secondo i rabbini)

“Le prove”, ha detto, “dipingono un quadro sorprendente della persecuzione degli uiguri”. Era già il caso della Germania, all’epoca non c’era l’immagine satellitare, d’altra parte si vedevano già le testimonianze di persone che si chiamavano “sopravvissute” ed è proprio così. questa espressione che usa il rabbino: “le testimonianze dei sopravvissuti”.

Allude anche a documenti trapelati secondo i quali sarebbero più di un milione i musulmani cinesi internati nei campi di rieducazione e si chiede:
“È possibile che nel nostro mondo moderno uomini e donne vengano picchiati se rifiutano di rinunciare alla loro fede? “
“Che le donne siano costrette ad abortire e poi essere sterilizzate?” “
“Che la reclusione e la separazione dei bambini dai genitori sia diventata la norma? “

Come per l’olocausto, i giornalisti che riportano questo genere di cose amano sottolineare il silenzio del clero: l’arcivescovo di Canterbury non ha ancora detto nulla sull’argomento e si sostiene che il silenzio di papa Francesco sia la controparte, un riconoscimento segreto dalla parte delle autorità cinesi dei vescovi in ​​Cina.

Bene, vediamo, per fortuna i rabbini sono qui.

Ancora più rumorosa, troviamo una storia di capelli, ecco come le autorità federali americane avrebbero recentemente sequestrato un’intera spedizione di 12 tonnellate di capelli umani che si pensava provenissero dagli uiguri nei campi di concentramento nello Xinjiang: esportazioni I cinesi ne hanno davvero bisogno.
E la LICRA in Francia sta organizzando videoconferenze per denunciare “un crimine contro l’umanità sotto i nostri occhi”.

Ancora un po ‘, e potrebbero iniziare a far circolare questa foto assolutamente autentica di fanti cinesi durante la battaglia di Wuhan nel 1938, vestiti con equipaggiamento tedesco originale.
Fanteria cinese durante la battaglia di Wuhan nel 1938

Ma questa volta i rabbini si spezzeranno i denti, la Cina esiste da migliaia di anni, anche più a lungo della tribù di Mosè, è un pezzo troppo grande per loro.

fonti:

fonte: https://jeune-nation.com/

fonte: https://jeune-nation.com/

Traduzione: Gerard Trousson

veronulla

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com