Mappa Vaccino Covid nel Mondo

Mappa Vaccino Covid nel Mondo

Ricordate il sito covid visualizer che monitorava gli ammalati, i decessi e i guariti in tutto il mondo? Gli sviluppatori hanno rilasciato da poco un nuovo sito per monitorare, questa volta, la quantità di abitanti vaccinati in percentuale in ogni stato del mondo, insomma una mappa auto-aggiornante dell’andamento della vaccinazione.

Il sito è stato sviluppato da due studenti della Carnage Mellon University, Navid Mamoon e Gabriel Rasskin, che estraggono i dati direttamente dal sito Our World in Data, sviluppato con l’intenzione di ricercare, raccogliere dati per condividerli e cercare di comprendere e gestire i più grandi problemi del mondo.

Interessante perché oltre ad avere una buona grafica e ad essere gestibile facilmente anche dai cellulari, danno l’idea della diffusione delle vaccinazioni anti Covid nei vari paesi.

Il sito si chiama Vaccine Visualizer ed è raggiungibile da questo link, o cliccando sulla immagine qui sotto.

Ma più del sito vorremmo parlarvi della fonte da cui provengono i dati che poi vengono rappresentati graficamente nel la mappa.

Come abbiamo accennato sopra i dati provengono da ourworldindata.org, un’associazione senza scopo di lucro che analizza dati da una prospettiva globale, diversa dalle notizie che rimbalzano sui canali di informazione classici, e web.

Vi riportiamo, tradotta qui di seguito la pagina ABOUT, dove potrete apprezzare la genuinità dal progetto, a cui partecipano studiosi e ricercatori di tutto il mondo.

L’idea di fondo è di informare in modo diverso, con lo scopo di trovare insieme una soluzione ai problemi. Niente allarmismi, niente sirene acchiappa clic delle news on line, ma il puro e semplice dato, raccolto, analizzato e partecipato con lo scopo comune di migliorare la vita.

Tutti possono partecipare, e proprio a questo scopo pubblichiamo di seguito la pagina (tradotta all’italiano) che contiene le informazioni necessarie.

Buona Lettura

Povertà, malattie, fame, cambiamento climatico, guerra, rischi esistenziali e disuguaglianza: il mondo deve affrontare molti problemi grandi e terrificanti. Sono questi grandi problemi su cui si concentra il nostro lavoro in Our World in Data.

Grazie al lavoro di migliaia di ricercatori in tutto il mondo che vi dedicano la loro vita, spesso abbiamo una buona comprensione di come sia possibile fare progressi contro i grandi problemi che stiamo affrontando. Il mondo ha le risorse per fare molto meglio e ridurre la sofferenza nel mondo.

Riteniamo che uno dei motivi principali per cui non riusciamo a raggiungere i progressi di cui siamo capaci è che non facciamo un uso sufficiente di queste ricerche e dati esistenti: l’importante conoscenza è spesso archiviata in database inaccessibili, rinchiusi dietro paywall e sepolti sotto il gergo nelle carte accademiche. 

L’obiettivo del nostro lavoro è rendere accessibile e comprensibile la conoscenza sui grandi problemi. Come diciamo sulla nostra homepage , Our World in Data riguarda la ricerca e i dati per fare progressi contro i più grandi problemi del mondo.

Una pubblicazione per vedere i grandi problemi globali e i potenti cambiamenti che ridisegnano il nostro mondo

Se vuoi contribuire a un futuro migliore devi conoscere i problemi che il mondo deve affrontare. Per capire questi problemi non bastano le notizie quotidiane. I mezzi di informazione si concentrano sugli eventi e quindi in gran parte non riescono a riportare i due aspetti su cui si concentra Our World in Data : i grandi problemi che continuano ad affrontarci da secoli o molto più a lungo e i cambiamenti durevoli e forti che gradualmente rimodellano il nostro mondo.

Il criterio con cui le notizie selezionano ciò su cui focalizzano la nostra attenzione è se sono nuove. Il criterio con cui noi di Our World in Data decidiamo su cosa focalizzare la nostra attenzione è se è importante.

La prima pagina di Our World in Data elenca gli stessi grandi problemi globali ogni giorno, perché contano ogni giorno. Uno dei più grandi errori commessi dai media è suggerire che cose diverse contano in giorni diversi.

Per comprendere i problemi che stanno interessando miliardi di persone, abbiamo bisogno di dati. Dobbiamo misurare con attenzione ciò che ci sta a cuore e rendere i risultati accessibili in una piattaforma comprensibile e pubblica. Ciò consente a tutti di vedere lo stato del mondo oggi e tenere traccia di dove stiamo facendo progressi e dove stiamo rimanendo indietro. La pubblicazione che stiamo costruendo ha questo obiettivo. Attraverso visualizzazioni di dati interattive possiamo vedere come è cambiato il mondo; riassumendo la letteratura scientifica possiamo capire il perché.

È possibile cambiare il mondo

Per lavorare per un futuro migliore, dobbiamo anche capire come e perché il mondo sta cambiando.

I dati storici e le ricerche mostrano che è possibile cambiare il mondo. La ricerca storica mostra che fino a poche generazioni fa circa la metà di tutti i neonati moriva da bambini. Da allora la salute dei bambini è migliorata rapidamente in tutto il mondo e l’aspettativa di vita è raddoppiata in tutte le regioni. Il progresso è possibile. 

Anche in altri modi importanti le condizioni di vita globali sono migliorate . Sebbene crediamo che questo sia uno dei fatti più importanti da sapere sul mondo in cui viviamo, sorprendentemente pochi lo conoscono. 

Al contrario, molti credono che le condizioni di vita globali stiano ristagnando o peggiorando e gran parte delle notizie dei media sta facendo poco per sfidare questa percezione. È sbagliato credere che si possa capire il mondo solo seguendo le notizie e l’attenzione dei media su singoli eventi e cose che vanno male può significare che le persone ben intenzionate che vogliono contribuire a un cambiamento positivo si sentano sopraffatte, senza speranza, ciniche e nel peggiore dei casi rinunciano ai loro ideali. Gran parte del nostro impegno in questi anni è stato dedicato a contrastare questa minaccia.

La ricerca di come sia stato possibile fare progressi contro grandi problemi in passato ci permette di imparare. Il progresso è possibile, ma non è scontato. Se vogliamo sapere come ridurre la sofferenza e affrontare i problemi del mondo, dovremmo imparare da ciò che ha avuto successo in passato.

Prospettiva globale sulle condizioni di vita globali e sull’ambiente terrestre

Abbiamo una prospettiva ampia, che copre una vasta gamma di aspetti che contano per la nostra vita. Non basta misurare la crescita economica. Le pubblicazioni di ricerca su Our World in Data sono dedicate a una vasta gamma di problemi globali in materia di salute, istruzione, violenza, potere politico, diritti umani, guerra, povertà, disuguaglianza, energia, fame e impatto dell’umanità sull’ambiente. Nella homepage elenchiamo tutti i problemi globali e gli importanti cambiamenti a lungo termine che abbiamo studiato. L’elenco completo degli aspetti che eventualmente vorremmo trattare è ancora più lungo e può essere trovato qui .

Come risulta evidente dalla nostra pubblicazione, miriamo sempre a fornire una prospettiva globale, ma il nostro obiettivo sono le condizioni di vita dei più svantaggiati.

Coprendo tutti questi aspetti in un’unica risorsa è possibile comprendere in che modo le tendenze globali di lungo periodo siano interconnesse.

Misurare ciò che conta

Sul sito web strettamente integrato SDG-Tracker.org presentiamo i dati e le ricerche sugli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) delle Nazioni Unite. Nel 2015, tutti i paesi del mondo si sono iscritti per raggiungere gli SDGs entro il 2030 e abbiamo creato questo sito per monitorare i progressi verso di essi. Il nostro SDG-Tracker è una pubblicazione ampiamente accessibile che presenta tutti gli ultimi dati disponibili sui 232 SDG-Indicatori con cui vengono valutati i 17 obiettivi.

Questo è il fulcro della nostra missione e va oltre gli SDGs. Noi tutti, cittadini di questo mondo, stiamo investendo ingenti risorse verso l’ambizioso obiettivo di rendere il mondo un posto migliore: dedichiamo la nostra vita all’assistenza medica e all’istruzione, stiamo sviluppando nuove tecnologie, stiamo spendendo ingenti somme di denaro in infrastrutture e l’educazione della prossima generazione. Quello che non facciamo abbastanza è indagare se questi sforzi ci stanno effettivamente avvicinando al raggiungimento dei nostri obiettivi.

Se il mondo vuole essere serio nel raggiungere il progresso, dobbiamo essere molto più seri nel misurare ciò che conta.

Our World in Data si basa sul lavoro degli altri e dovrebbe a sua volta essere una base per gli altri

La ricerca che pubblichiamo qui non è solo il lavoro del nostro piccolo team . Ci affidiamo invece al lavoro di una comunità globale di studiosi e, ove possibile, vediamo il nostro ruolo di presentare le migliori ricerche e dati disponibili in modo comprensibile e accessibile. Solo quando scopriamo che le domande importanti non hanno ancora ricevuto risposta, facciamo noi stessi le ricerche necessarie e colmiamo le lacune.

Newton disse : “Se ho visto più lontano degli altri, è perché sono stato sulle spalle dei giganti”. È così che dovrebbe funzionare la scienza. Chi vuole capire il mondo dovrebbe essere in grado di stare sulle spalle di chi è venuto prima di loro. Una parte fondamentale della nostra missione è quindi quella di costruire un’infrastruttura che renda la ricerca ei dati apertamente disponibili e utili per tutti.

Una pubblicazione per coprire il lungo periodo, costruita per il lungo periodo

Fare progressi contro i grandi problemi che il nostro mondo sta affrontando richiederà un lavoro dedicato per molto tempo. Stiamo quindi costruendo una pubblicazione che mira a rimanere utile per diversi decenni: aggiorniamo regolarmente il nostro lavoro esistente man mano che nuove ricerche migliorano la nostra comprensione del mondo; e stiamo costruendo ed espandendo un database centrale, che ci permette di aggiornare continuamente l’intera pubblicazione con i migliori dati disponibili.

Costruire l’infrastruttura per rendere i dati e la ricerca accessibili e comprensibili

Il web ci permette di pubblicare in un modo impensabile fino a pochi anni fa: la distribuzione è gratuita e la ricerca ei dati possono essere esplorati attraverso documenti interattivi. Eppure gran parte della ricerca di oggi è pubblicata in un formato che è essenzialmente lo stesso reso disponibile dalla macchina da stampa di Gutenberg, 500 anni fa. 

Per rendere la ricerca e i dati il ​​più accessibili possibile, siamo un team in cui i ricercatori stanno collaborando con gli sviluppatori web. Insieme stiamo costruendo l’infrastruttura che consente a tutti nel mondo di capire come possiamo fare progressi contro i nostri problemi più urgenti.

Se vuoi unirti a noi come sviluppatore o ricercatore, consulta la nostra pagina Lavori .

Il nostro mondo in dati è un bene pubblico

Abbiamo grandi progetti per i prossimi decenni, ma stiamo già avendo un impatto. Più di un milione di lettori visitano il nostro sito ogni mese. Il nostro lavoro è regolarmente coperto dai media , la nostra pubblicazione informa molti scrittori nel loro lavoro spesso ampiamente letto, i nostri scritti sono ampiamente condivisi attraverso i social media e siamo regolarmente citati nelle migliori riviste tra cui Science e Nature . 

Per molte query di ricerca pertinenti – ‘emissioni di CO2’, ‘povertà mondiale’, ‘mortalità infantile’, ‘crescita della popolazione’ – siamo uno dei migliori risultati di ricerca in molte parti del mondo. E il nostro lavoro è comunemente usato come materiale didattico nelle scuole e nelle università.

Progettiamo il nostro lavoro con l’obiettivo di generare un impatto al di là di ciò che il nostro team può ottenere direttamente. Producendo grafici e dati che possono essere scaricati liberamente e incorporati nel lavoro degli altri, supportiamo e responsabilizziamo i colleghi della politica, dei media e della società civile che lavorano anche sui problemi su cui ci concentriamo. 

Questo è il motivo per cui tutto il lavoro che facciamo è reso disponibile nella sua interezza come bene pubblico:

  • Le visualizzazioni e il testo sono concessi in licenza con CC BY che puoi utilizzare liberamente per qualsiasi scopo
  • I nostri dati sono disponibili per il download
  • Tutto il codice che scriviamo è open-source con licenza MIT e può essere trovato su GitHub

Siamo finanziati attraverso sovvenzioni e donazioni dei lettori

Le donazioni dei lettori sono essenziali per il nostro lavoro, poiché ci forniscono la stabilità e l’indipendenza di cui abbiamo bisogno, così possiamo concentrarci sulla visualizzazione dei dati e delle prove che pensiamo tutti debbano conoscere.

Puoi saperne di più sui nostri finanziamenti nella nostra pagina Come siamo finanziati e puoi aiutarci a fare di più donando qui : farà davvero la differenza.

Contatto

Puoi sempre contattarci a info@ourworldindata.org o compilare il nostro modulo di feedback .

veronulla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com