La Russia avverte una crescente minaccia militare da parte degli Stati Uniti e della NATO

La Russia avverte una crescente minaccia militare da parte degli Stati Uniti e della NATO

Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu afferma che le azioni degli Stati Uniti e della NATO in Europa stanno contribuendo a una crescente minaccia militare per la Russia.

Shoigu ha detto martedì che la Russia sta osservando attentamente il trasferimento e il dispiegamento delle forze NATO nell’Europa orientale prima delle esercitazioni in Albania e che agirà come riterrà opportuno per garantire la sicurezza ai suoi confini.

“Continuiamo a osservare attentamente la situazione, il trasferimento e il dispiegamento delle forze NATO in Europa durante le esercitazioni Defender-Europe”, ha detto il ministro russo.

“Stiamo assistendo alla ridistribuzione della 53a brigata di fanteria della 29a divisione della Guardia nazionale dell’esercito americano, arrivata l’altro ieri al porto albanese di Durazzo insieme a 750 articoli di materiale militare”, ha aggiunto.

Le esercitazioni guidate dagli Stati Uniti erano inizialmente previste per maggio dello scorso anno e avrebbero dovuto coinvolgere decine di migliaia di truppe, tra cui più di 20.000 militari statunitensi; ma i piani sono stati sostanzialmente modificati per la pandemia di coronavirus.
Le attività militari occidentali vicino alla Russia arrivano in mezzo alle tensioni sull’Ucraina.

La scorsa settimana, la Russia ha lanciato importanti esercitazioni militari nella penisola di Crimea, vicino ai confini meridionali dell’Ucraina, sotto la supervisione personale di Shoigu. Circa 10.000 truppe di terra e più di 40 navi da guerra hanno preso parte alle esercitazioni in Crimea.

Nelle sue osservazioni di martedì, Shoigu ha sottolineato i molti pretesti che sono stati utilizzati per attaccare la Russia sulle sue attività militari.

“Ad alcuni non piacciono le esercitazioni militari nel nostro territorio, mentre altri sono infastiditi dal ritorno delle nostre forze nelle loro posizioni permanenti. C’è stato anche chi ci ha avvertito che la nostra attività nel nostro territorio non sarebbe rimasta senza conseguenze”, la difesa russa ministro ha detto.
MOSCA (Reuters) – La flotta russa del Mar Nero ha lanciato martedì esercitazioni di combattimento navale mentre una nave della guardia costiera statunitense si è fatta strada nella regione in mezzo alle tensioni tra Russia e Occidente.

Mosca ha recentemente allarmato Kiev e le capitali occidentali rafforzando le proprie forze lungo il confine ucraino, anche se la scorsa settimana ha ordinato il ritiro di alcune truppe.
La flotta russa del Mar Nero ha dichiarato martedì che il suo incrociatore Moskva terrà esercitazioni a fuoco vivo con altre navi ed elicotteri militari, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Interfax.

Navi russe esercitazioni Mar Nero

L’annuncio della flotta è arrivato poche ore dopo che le forze navali statunitensi in Europa hanno detto che il cutter Hamilton, una nave della guardia costiera statunitense, si stava spostando nel Mar Nero per lavorare con gli alleati ei partner della NATO nella regione.

Negli ultimi mesi gli Stati Uniti e la NATO hanno assunto posizioni sempre più ostili nei confronti della Russia, citando una presunta minaccia russa all’Ucraina.

La Russia afferma che le sue attività militari si svolgono all’interno del suo territorio sovrano e sono in risposta all’aumento della presenza degli Stati Uniti e della NATO vicino ai confini russi.

Fonti: Press TV – Reuters – US News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

veronulla

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com