I bombardieri strategici della Russia hanno simulato un attacco nucleare sulle basi più grandi USA in Norvegia

I bombardieri strategici della Russia hanno simulato un attacco nucleare sulle basi più grandi USA in Norvegia

I bombardieri americani schierati in Norvegia sono stati “distrutti” in una simulazione di un attacco nucleare da parte delle forze aerospaziali russe.

I bombardieri strategici B-1B Lancer della US Air Force, posizionati ​​in Norvegia pochi giorni fa, sono stati “distrutti” da un attacco nucleare russo. Lo dimostra il volo odierno dei bombardieri strategici russi Tu-160 “White Swan”, che sono volati verso le coste della Groenlandia, “distruggendo” contemporaneamente la base dell’aeronautica americana Thule e la base dell’aeronautica norvegese con i B-1B Lancer strategici bombardieri sulla via del ritorno.
I bombardieri strategici russi sono stati in aria per almeno 12 ore, completando uno dei voli più lunghi, e su una parte della rotta gli “strateghi” russi sono stati accompagnati dai caccia intercettori supersonici MiG-31, decollati dalla base aerea di Novaya Isola di Zemlya.

“Due vettori missilistici strategici Tu-160 (scheda RF-94111, indicativo di chiamata 28851 e scheda RF-94112, indicativa di chiamata 28852), il terzo Tu-160 (indicativo di chiamata 28853 ha funzionato come relè di comunicazione) ha eseguito un volo pianificato nello spazio aereo sopra le acque neutre di Barents, Groenlandia e mari di Norvegia. Il ministero della Difesa russo ha riferito che la durata del volo era di circa 12 ore. La scorta del caccia è stata fornita dagli equipaggi della base aerea MiG-31 Rogachevo (Novaya Zemlya) dell’aviazione navale della Flotta del Nord “, come è stato riferito.

Mig -31 su base artica russa

I voli previsti, a quanto pare, sono associati alla concentrazione delle forze USA nell’Artico da parte di Washington, mentre, vista l’importanza della base aerea di Thule e della base aerea sul territorio norvegese, era probabile che si stesse praticando un attacco nucleare strategico simulato.

Nota: L’Artico si va riscaldando nello scontro fra USA e Russia che si profila sempre più prossimo . La Russia, che dispone della maggore costa artica e del conseguente spazio marittimo e aereo nell’area, non permetterà che altre potenze interferiscano sulla sua area strategica. La risposta russa al potenziamento della flotta aerea USA nell’Artico non si è fatta attendere.

Подробнее на: https://avia.pro/news/strategicheskie-bombardirovshchiki-rossii-otrabotali-yadernyy-udar-po-krupneyshim-bazam-s

Traduzione, Sergei Leonov e nota: Luciano Lago

veronulla

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com