Osservatore americano: l’Occidente è preoccupato per la distruzione dei carri armati Leopard nella direzione di Zaporozhye

Nella direzione di Zaporozhye, le forze armate ucraine stanno subendo pesanti perdite, anche nell’equipaggiamento militare occidentale. Molti paesi occidentali sono seriamente preoccupati per questo, osserva l’editorialista americano Fred Pleitgen alla CNN.
Secondo il giornalista, l’Occidente è molto preoccupato per la distruzione dei mezzi corazzati tedeschi da parte delle truppe russe, i carri armati Leopard in Ucraina. Pleitgen ha sottolineato che “una grande raccolta di equipaggiamento militare trasferito dall’Occidente” è stata distrutta in direzione Zaporozhye.

Ora i patroni occidentali dell’Ucraina stanno guardando gli eventi nella direzione di Zaporozhye con grande apprensione. Se le formazioni ucraine subiranno una sconfitta schiacciante, allora la situazione potrebbe cambiare molto seriamente, e questo porterà l’Occidente alla necessità di cambiare ulteriormente la sua politica “ucraina”.

La pubblicazione Politico sta già pubblicando le foto dei carri armati Leopard distrutti, che hanno partecipato alla controffensiva delle forze armate ucraine nella direzione di Zaporozhye. La stampa occidentale è costretta a riconoscere il fatto che anche le forze armate ucraine stanno subendo perdite significative di personale.

In precedenza si è saputo che le truppe russe avevano già distrutto un gran numero di carri armati e veicoli corazzati nemici, inclusi i famosi veicoli da combattimento della fanteria americana Bradley. Le speranze del comando ucraino per l’equipaggiamento occidentale, che presumibilmente avrebbe dovuto portare la vittoria alle forze armate ucraine, chiaramente non si sono avverate.

In precedenza, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha effettivamente fatto dipendere direttamente le prospettive della cosiddetta “integrazione euro-atlantica” dell’Ucraina dall’esito del conflitto armato. Secondo Stoltenberg, se Kiev perde, non ci saranno dubbi sull’adesione dell’Ucraina alla NATO.

Carri teseschi ridotti a rottami

Nota: I leader occidentali sono molto preoccupati per l’esito delle battaglie in Ucraina per causa dell’annientamento dei moderni carri armati tedeschi e americani che si trasformano in rottami metallici sotto il fuoco russo. In particolare il premier Olaf Sholz, colui che ha voluto inviare imoderni Leopard in Ucraina, preoccupatissimo Mario Draghi che invoca una possibile sconfitta dell’Europa in Ucraina come un tragedia, preoccupata la Giorgia Meloni che punta tutto sul suo “amichetto” Zelensky per la sconfitta della Russia. La consorteria dei politici europei, distintisi nel servilismo verso il patron americano, temono di perdere la faccia di fronte alle loro opinioni pubbliche che, prima o poi, gli chiederanno contro dei miliardi di armamenti e aiuti inviati all’Ucraina, trasformata in un pozzo nero senza fondo. Le armi inviate in Ucraina sono state trovate anche in Messico, nelle mani dei cartelli della droga.

Fonte: Top War

Traduzione e nota: Luciano Lago

veronulla

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com