NAVI DA GUERRA DELLA MARINA RUSSA SCORTANO LA PETROLIERE IRANIANE IN ROTTA VERSO LA SIRIA – RAPPORTO

NAVI DA GUERRA DELLA MARINA RUSSA SCORTANO LA PETROLIERE IRANIANE IN ROTTA VERSO LA SIRIA – RAPPORTO

Una petroliera battente bandiera iraniana è stata scortata da due navi della Marina russa dirette in Siria, la riferito dall’Istituto navale degli Stati Uniti il 21 ottobre.

La petroliera iraniana Samah è entrata nel Mar Mediterraneo attraverso il Canale di Suez a metà ottobre. Poco dopo, la petroliera ha spento il suo sistema di identificazione automatizzata e ha iniziato a dirigersi verso la costa siriana.

Un’immagine satellitare scattata il 15 ottobre mostrava che la petroliera era scortata da due navi della marina russa, la nave di rifornimento Academic Pashin e il cacciatorpediniere di classe Udaloy, la vice ammiraglio Kulakov. L’immagine è stata rilasciata dall’analista della difesa HI Sutton .
La mattina del 17 ottobre, una petroliera simile alla Samah è stata vista ancorata al largo del terminal petrolifero di Baniyas, sulla costa siriana.

Lo scorso luglio, una petroliera iraniana diretta in Siria, la Adrian Darya-1, è stata sequestrata dai Royal Marines britannici nelle acque internazionali al largo della costa di Gibilterra. In quella occasione, la Gran Bretagna aveva accusato l’Iran di violare le sanzioni dell’UE alla Siria.

La protezione della Marina russa alle petroliere iraniane impedirà qualsiasi molestia nei confronti delle navi iraniane dirette in Siria, paese che sta subendo sanzioni paralizzantidagli USA e dalla UE.

Nota: Dopo circa 10 anni di guerra imposta alla Siria dalle potenze occidentali, da Israele, Arabia Saudita e dalla Turchia, il tentativo degli USA di strangolare la Siria prendendo la popolazione per fame, attraverso le sanzioni e l’embargo, sta fallendo grazie all’aiuto di Russia, Cina e Iran che provvedono a rifornire il paese arabo assediato.
La Siria, nonostante il tributo di sangue pagato dai suoi soldati e dal suo popolo, ha manifestato la ferma volontà di non cedere e di non piegarsi alle direttive di Washington e della NATO.

Fonte: South Front

Traduzione e nota: Luciano Lago

veronulla

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com