La Francia sta cercando di dare la colpa di tutti i suoi problemi ai ceceni” – Kadyrov

La Francia sta cercando di dare la colpa di tutti i suoi problemi ai ceceni” – Kadyrov

Il capo della Cecenia, nel suo canale Telegram, ha commentato il risonante attacco terroristico in Francia.

“Cari amici! L’ho detto tante volte e non smetto di ripeterlo: il criminale non ha nazionalità. Contrariamente al buon senso e a tutte le norme di decenza, alcuni media, compresi quelli russi, prima di tutto attirano l’attenzione dei loro lettori sulla nazionalità del criminale. I giornalisti ci provano soprattutto quando si tratta di ceceni.

Oggi il ceceno è di nuovo sotto i riflettori – su suggerimento dei media. In un sobborgo di Parigi, l’insegnante di scuola Samuel Pati viene decapitato. I giornali francesi affermano che l’assassino dell’insegnante è Abdullah Anzorov, un giovane ceceno di 18 anni che non aveva precedenti opinioni radicali.

Le forze dell’ordine francesi hanno riconosciuto l’incidente come terrorismo. È anche noto che Anzorov ha commesso l’omicidio dopo che l’insegnante ha mostrato agli studenti nelle vignette in classe del Profeta Muhammad.Questa tragedia fa pensare che la società francese, parlando di democrazia, la confonda spesso con la permissività, a dimostrazione di un atteggiamento inammissibile verso i valori islamici.

Tali azioni possono essere definite solo provocatorie. Ricordiamo molto bene l’indignazione causata dalla pubblicazione sulla rivista Charlie Hebdo tra molti musulmani in tutto il mondo. Di conseguenza, un attacco alla redazione e la morte di molte persone.

Terrorismo a Parigi

Dopo l’omicidio di Anzorov, la polizia ha arrestato i suoi genitori, nonno e altri parenti . Quando svolgiamo azioni investigative e deteniamo complici di terroristi, si fa rumore in Francia e in tutto il mondo – dicono, i diritti umani vengono violati nella Repubblica cecena. Ma la differenza è che non usiamo l’attacco per scopi politici di alto profilo.Non è la prima volta che le persone in Francia cercano di incolpare i ceceni di tutti i loro problemi. Oserei assicurare a tutti che i ceceni non c’entrano niente.

Inoltre, A. Anzorov ha trascorso quasi tutta la sua vita in Francia, essendosi trasferito lì da bambino con i suoi genitori, cresciuto accanto ai francesi, comunicato, parlato e scritto nella loro lingua. E probabilmente ha reso conto delle sue azioni, rendendosi conto che lo stato non ascolta i credenti a bruciapelo.

Guardando al futuro, affinché gli investigatori francesi non aggiungano colore alla versione della “traccia cecena”, vorrei sottolineare che Anzorov ha visitato la Repubblica cecena solo una volta nella sua vita all’età di due anni.

Condanniamo questo atto terroristico ed esprimiamo le nostre condoglianze ai parenti del defunto. Parlando categoricamente contro il terrorismo in qualsiasi forma, vi esorto a non provocare i credenti, a non ferire i loro sentimenti religiosi.Quando l’istituzione statale delle relazioni interetniche e interreligiose sarà stabilita in Francia, il paese avrà una società sana. Nel frattempo, trova la forza di ammettere che i musulmani hanno diritto alla religione e nessuno glielo toglierà! “


Fonte:Источник: https://rusvesna.su/news

Traduzione: Sergei Leonov

veronulla