E’ guerra alla Russia e il piano d’azione dell’Occidente per la terza guerra mondiale è pubblico

E’ guerra alla Russia e il piano d’azione dell’Occidente per la terza guerra mondiale è pubblico

di Tom Winter

La creazione dei mujaheddin fatta da Zbigniev Brzezinski per dare alla Russia il proprio Vietnam (in Afghanistan) non era un punto isolato, e il messaggio di Natalia Poklonskaya che la Terza Guerra Mondiale è già iniziata è corretto.
Gli eventi mostrano che viene utilizzata la pianificazione della RAND Corporation (un Istituto di analisi strategiche che lavora con il Pentagono).. È possibile accedere e leggere l’intero documento EXTENDING RUSSIA: competere da un terreno vantaggioso . Ma per ora, puoi usare il sommario RAND come elenco di controllo.

Misura 1 Fornire aiuti letali all’Ucraina. √
Non ci sarà pace qui. La strada più semplice per la pace è che l’Ucraina smetta di bombardare le Repubbliche. Ma il punto centrale dell’Inviato speciale per l’Ucraina era che le Repubbliche non esistono, e parlare con loro le legittimerebbe soltanto. Per vedere le implicazioni, basta supporre che re Giorgio III si rifiutò di parlare con le colonie americane. Non puoi fare pace con persone che non esistono, ma puoi certamente continuare a ucciderle.
Misura 2: aumentare il sostegno ai ribelli siriani √ In corso
Adesso leggiamo nelle notizie di questa settimana di un’altra base statunitense in costruzione in Siria. E nonostante il desiderio espresso di Trump di uscire, il suo altro tweet “Stiamo mantenendo il petrolio” è la verità, e il petrolio che viene piratato sotto la sorveglianza degli Stati Uniti sta andando ai nemici della Siria.

Mercenari a libro paga della CIA

Misura 3: promuovere il cambio di regime in Bielorussia. √
Mentre scrivo questo, ci sono notizie che la beniamina dell’Occidente Svetlana Tikhanovskaya – che afferma di aver vinto le recenti elezioni se i voti fossero stati contati correttamente – sarà intervistata stasera dalla televisione americana; si è già rivolta al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in agosto, su invito dell’Estonia.
Misura 4: tensioni sugli exploit nel Caucaso meridionale √
Non c’è bisogno di precisare questo: i lettori di FRN sono già ben informati sui sanguinosi assalti dell’Azerbaigian al Ngorno-Karabakh e sul costo in vite umane. Per i ghoul in carica, il nostro pianeta è solo un sandbox in cui giocare, senza pensare al costo umano.

Sede della Rand Corporation

Segreto aperto. Il mondo lo sa, ma nessuna stampa occidentale li chiama terroristi
Fin dall’inizio, alla distruzione dell’Unione Sovietica, l’Occidente ha insistito sulla “Integrità Territoriale” dell’Azerbaigian per soffiare sul fuoco della guerra per Hejdar Alieev, e ora suo figlio, l’uomo forte al potere dell’Azerbaijan. Ebbene, l’argomento dell ‘”integrità territoriale” si riduce a questo: qualunque cosa l’URSS abbia assegnato a un SSR, l’SSR deve mantenerlo quando l’SSR diventa un paese. Quindi la guerra è mantenere la volontà di un commissario. L’autodeterminazione è nella Carta delle Nazioni Unite, e c’è stato un plebiscito travolgente per uscire dalla SSR azera, ma in nessun momento c’è stato alcun riconoscimento dell’autodeterminazione.

Un’altra cattura dello schermo dal documento RAND:
La pressione sull’UE e sulla Germania per bloccare Nordstream II non ha bisogno di chiarimenti in questa sede. La recente farsa di Navalny è semplicemente l’ultimo passo.
Riassumendo:
La pressione degli Stati Uniti su AllSeas che li ha allontanati dal progetto Nordstream II, e che è ancora in corso; l’insistenza degli Stati Uniti sul fatto che l’Ucraina NON parli con le Repubbliche di Lugansk e Donetsk – garantendo che la pace non accadrà – la nuova guerra contro l’Armenia, alleata della Russia, le rivolte in Bielorussia, non sono una grande coincidenza. Sono tutti elementi già presenti nel piano.

Fonte: Fort Russ

Traduzione: Luciano Lago

veronulla

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com