Coronavirus 2019, teleconferenza CDC sulla situazione in USA

Coronavirus 2019, teleconferenza CDC sulla situazione in USA

Circa 11 giorni fa abbiamo postato un articolo riguardante l’epidemia di Coronavirus in corso in Cina

Di seguito la traduzione della trascrizione della teleconferenza che fa il punto della situazione sulla epidemia definita Coronavirus, negli Usa. La ragione per la quale postiamo questa discussione è per il tono con cui affrontano il problema, così lontano dall’enfasi e la risonanza mediatica che sta ricevendo nel nostro paese.

Negli Usa c’è stato il primo caso verificato di trasmissione avvenuta sul suolo americano, tra una donna rientrata dalla Cina ed il marito.

Coronavirus, situazione CDC USA

L’audio originale in inglese potete trovarlo nel sito del CDC organo statunitense per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive i

Operatore: Benvenuto e grazie per esserti fermato. Al momento, tutte le linee sono in modalità solo ascolto. Durante la sessione di domande e risposte, premi una stella sul tuo telefono a toni. Vorrei anche informare le parti della conferenza di oggi in fase di registrazione. In caso di obiezioni, è possibile disconnettersi in questo momento. Ora vorrei rivolgere la conferenza di oggi al signor Benjamin Haynes. Grazie Signore. Puoi iniziare

Ben Haynes: Grazie, Ashley e grazie per esserti unito a noi per il nuovo aggiornamento sul coronavirus del 2019 di oggi. Siamo uniti al direttore del CDC, il Dr. Robert Redfield, che fornirà osservazioni di apertura prima di inoltrare la chiamata ai nostri colleghi dell’Illinois. La dott.ssa Nancy Messonnier delle malattie respiratorie fornirà osservazioni prima di rispondere alle vostre domande. In questo momento, consegnerò la chiamata al Dr. Redfield.

Dr. Robert Redfield: Grazie per esserti unito a noi oggi. Oggi, in collaborazione con il Dipartimento di sanità pubblica dell’Illinois, CDC sta annunciando il primo caso di diffusione da persona a persona del nuovo Coronavirus negli Stati Uniti. Considerato ciò che abbiamo visto in Cina e in altri paesi con questo nuovo Coronavirus, gli esperti di CDC si aspettavano di identificare una diffusione da persona a persona negli Stati Uniti. Comprendiamo che ciò può riguardare, ma sulla base di ciò che sappiamo ora, la nostra valutazione rimane che il rischio immediato per il pubblico americano è basso. I nostri colleghi del dipartimento della salute dell’Illinois sono in linea e ti forniranno ulteriori informazioni su questo caso del situazione Coronavirus, ma prima di consegnarlo a loro, vorrei dedicare qualche momento per mettere in prospettiva queste notizie . Una diffusione limitata di questo nuovo virus al di fuori della Cina è già stata osservata in nove contatti stretti, con viaggiatori infetti e quindi che hanno trasmesso il virus a qualcun altro nel paese, dato che questi individui non avevano viaggiato in Cina. Tuttavia, il quadro completo di quanto sia facile e sostenibile la diffusione di questo virus non è chiaro. Oggi le notizie sottolineano l’importante esposizione dipendente dal rischio. La stragrande maggioranza degli americani non ha avuto recenti viaggi in Cina, o in aree di trasmissione ad alto rischio in cui si sta verificando una trasmissione da uomo a uomo sostenuta. Altre persone, tuttavia, che hanno avuto contatti personali stretti con casi confermati, potrebbero avere un rischio, come il caso di cui sentirete parlare dall’Illinois. È anche importante cogliere questo momento per rafforzare l’importanza che gli operatori sanitari si prendano cura di questi pazienti, qui negli Stati Uniti, con infezione confermata, praticano le rigide procedure di controllo delle infezioni che raccomandiamo. Vorrei essere chiaro sul mio ultimo punto qui. Il nostro obiettivo dell’attuale risposta del servizio sanitario pubblico statunitense è contenere questo focolaio e prevenire la diffusione prolungata di questo virus nella nostra nazione. Questo è il motivo per cui la nostra risposta qui a livello nazionale è stata aggressiva. Questo è il motivo per cui stiamo lavorando con tutti i nostri partner governativi nei nostri gruppi statali, locali, tribali e territoriali per affrontare questo focolaio. Ora vorrei consegnare questo briefing al mio collega, il dottor Ezike, direttore del Dipartimento della sanità pubblica dell’Illinois.

Dr. Ngozi O. Ezike: Grazie mille, dottor Redfield. Come accennato, questo è il Dr. Ngozi O. Ezike, direttore del Dipartimento di sanità pubblica dell’Illinois. Vorrei iniziare ringraziando il governatore JP Pritzker per il suo sostegno. Vorrei ringraziare il CDC, i nostri partner sanitari locali nell’Illinois e i nostri fornitori di assistenza sanitaria per il lavoro coordinato e collaborativo su questa situazione in rapida evoluzione. È a causa del diligente lavoro svolto dagli operatori sanitari che siamo stati in grado di identificare questo secondo caso di nuovo coronavirus in Illinois, prendendo anche misure per impedire che altri fossero esposti. Questa seconda persona dell’Illinois che risulta positiva al coronavirus è residente a Chicago ed è la moglie del primo caso confermato di viaggio associato in Illinois. Questo secondo paziente non ha viaggiato in Cina, indicando la prima trasmissione da persona a persona del nuovo coronavirus negli Stati Uniti. Voglio fare eco alle affermazioni che il Dr. Redfield ha già condiviso e sottolineare che il rischio per il pubblico in Illinois rimane basso. Questa diffusione da persona a persona era tra due contatti molto stretti, una moglie e un marito. Il virus non si sta diffondendo ampiamente in tutta la comunità. Al momento, non stiamo raccomandando alle persone del pubblico di prendere ulteriori precauzioni, come annullare attività o evitare di uscire. Sebbene vi sia preoccupazione per questo secondo caso, i funzionari della sanità pubblica stanno monitorando attivamente i contatti stretti, compresi gli operatori sanitari, e riteniamo che le persone in Illinois siano a basso rischio. Al momento, stiamo segnalando 21 pazienti sotto inchiesta in Illinois. Ancora una volta, questa è una situazione in rapida evoluzione e lo stato delle persone cambierà mentre investighiamo. Essere certi che stiamo attivamente monitorando tutti i contatti stretti, i pazienti sotto inchiesta per i sintomi. Se vengono confermati ulteriori casi, ci assicureremo di condividere tali informazioni il più rapidamente possibile. Ancora una volta, questo non si sta diffondendo ampiamente nelle comunità e si ritiene che il pubblico in generale sia a basso rischio. Il Dipartimento della sanità pubblica dell’Illinois continuerà a collaborare con il CDC, che ha un team qui in Illinois, nonché partner con i nostri dipartimenti di sanità pubblica locali e fornitori di assistenza sanitaria, mentre continuiamo i nostri sforzi di risposta aggressiva per ridurre al minimo la trasmissione, e con quello , Vorrei ora consegnarlo al nostro epidemiologo di stato, il dott. Jennifer Layden, che fornirà maggiori dettagli sul caso e sull’indagine.

Dr. Jennifer Layden: Grazie, dottor Ezike. Vorrei anche ringraziare la nostra leadership statale, nonché tutti i nostri partner per la salute pubblica e l’assistenza sanitaria in tutto lo stato e presso il CDC. Il primo caso dell’Illinois, una donna sulla sessantina, tornata da Wuhan, in Cina, il 13 gennaio, è in ospedale in condizioni stabili e continua a migliorare. I funzionari della sanità pubblica hanno monitorato attivamente e da vicino le persone che hanno avuto contatti con lei, incluso suo marito, che hanno avuto uno stretto contatto per i sintomi. Recentemente ha iniziato a mostrare nuovi sintomi ed è stato immediatamente ricoverato in ospedale e collocato in una stanza di isolamento appropriata, dove si trova in condizioni stabili. Ora abbiamo ricevuto la conferma di laboratorio dal CDC che ha effettivamente è affetto dal nuovo coronavirus. I funzionari della sanità pubblica hanno monitorato i potenziali contatti identificati dal primo paziente e stanno inoltre studiando tutte le aree di esposizione come i luoghi visitati dal secondo paziente per identificare e comunicare con potenziali contatti. IDPH sta lavorando a stretto contatto con i nostri dipartimenti sanitari locali, i partner sanitari e il CDC su questa indagine e risposta. Stiamo adottando un approccio aggressivo nell’identificare e monitorare attivamente individui come operatori sanitari, contatti familiari e altri che erano in contatto con uno dei casi confermati nel tentativo di contenere e ridurre il rischio di trasmissione aggiuntiva. Siamo orgogliosi degli enormi sforzi e dedizione della squadra investigativa e siamo grati per il coordinamento di tutti i soggetti coinvolti in questa indagine e risposta. Grazie.

Dott.ssa Nancy Messonnier: Grazie, dott.ssa Ezike e dott.ssa Layden, e vorrei anche fare eco ai CDC grazie a te e al tuo staff a livello statale e locale per la tua collaborazione, nonché a ringraziare la struttura sanitaria e il loro staff e pazienti in un contesto stretto di cui contiamo sulla cooperazione. Voglio darvi un breve aggiornamento su alcuni aspetti chiave della risposta di CDC. In California i 195 passeggeri provenienti dal fovolaio di contagio, continuano a essere sottoposti a valutazione medica e sono in corso valutazioni del rischio. CDC svolge attivamente servizio a favore dei dei viaggiatori in tutte le 20 stazioni di quarantena negli Stati Uniti. Stiamo spingendo il personale in quelle aree per migliorare la capacità di risposta in caso di viaggiatori malati. 18 di questi sono aeroporti, due sono porti di frontiera terrestri associati. Questa espansione richiederà del tempo. Ora stiamo lavorando alla logistica per lo schieramento del personale e questo richiederà un po ‘più di tempo per essere pienamente operativo. Nelle cinque località di protezione attive, qualsiasi viaggiatore proveniente da Wuhan, in Cina, verrà identificato da CDP e riferito a CDC. Inoltre, a tutti coloro che entreranno negli Stati Uniti dalla Cina verrà data una scheda informativa con le istruzioni per monitorare se stessi per i sintomi e cosa fare se sviluppano sintomi. Ancora una volta, questo fa parte del nostro approccio stratificato alla diagnosi precoce e alla risposta a ciascun caso negli Stati Uniti. Infine, voglio sottolineare ciò che ha detto il dottor Redfield. Al momento, negli Stati Uniti abbiamo solo sei casi di coronavirus e stiamo osservando da vicino i nostri partner statali e locali per identificare i contatti di ciascuno di questi casi per determinare se altre persone potrebbero essere state infettate. Nonostante il fatto che stiamo segnalando il primo caso di diffusione da persona a persona di questo virus negli Stati Uniti, è importante notare che questa diffusione era tra due persone che erano in stretto contatto per un lungo periodo di tempo. Lo abbiamo visto in altri paesi con questo nuovo coronavirus. Capisco come ciò possa far preoccupare le persone del virus e come potrebbe influenzarle. Questa è una situazione di salute pubblica molto grave. CDC e i nostri partner sanitari statali e locali stanno lavorando per impedire che la trasmissione della comunità avvenga qui. Andando avanti, possiamo aspettarci di vedere più casi e più casi significano il potenziale per una maggiore diffusione da persona a persona. Stiamo cercando di trovare un equilibrio nella nostra risposta in questo momento. Vogliamo sporgerci in avanti ed essere aggressivi, ma vogliamo che le nostre azioni siano basate sull’evidenza e appropriate alla situazione attuale. Ad esempio, al momento CDC non raccomanda l’uso di maschere per il pubblicoIl virus non si sta diffondendo nella comunità generale. Mentre è la stagione del raffreddore e dell’influenza, non consigliamo abitualmente l’uso di maschere per il viso da parte del pubblico per prevenire le malattie respiratorie e certamente non lo stiamo raccomandando in questo momento per questo nuovo virus. Ma voglio ribadire che ognuno ha un ruolo da svolgere, mentre lavoriamo insieme per contenere la diffusione di questo virus. Abbiamo un’ampia guida e informazioni sul nostro sito Web all’indirizzo www.cdc.gov/ncov. Come abbiamo detto, questa situazione continua a evolversi a volte ora per ora e giorno per giorno e il nostro sito Web rimane le migliori informazioni aggiornate. Saremo felici di rispondere alle domande.

Ben Haynes: grazie. Ashley, siamo pronti per le domande.

Operatore: Ora inizieremo la sessione di domande e risposte. Se vuoi fare una domanda, riattiva l’audio del telefono e registra il tuo nome e la tua affiliazione quando richiesto. Un momento, per favore, per la tua prima domanda. La tua prima domanda arriva da Jamie Ducharme della rivista “time”. La tua linea è aperta.

Ducharme: Ciao, speravo che tu potessi chiarire un po ‘il ruolo specifico che il pubblico americano può svolgere. So che hai detto che non consiglieresti di indossare le maschere, ma cosa dovrebbero pensare le persone mentre questa notizia si diffonde?

Dr. Nancy Messonnier: Grazie. Questo è il dottor Messonnier. Due cose che chiediamo al pubblico di aiutarci. Uno è, se sei un viaggiatore che è tornato di recente dall’area colpita, vogliamo che tu sia vigile per i sintomi e i segni di questo nuovo coronavirus. Questa è una febbre e una tosse e se si hanno questi sintomi, si prega di chiamare il proprio medico. Allo stesso modo, se sei stato identificato dal dipartimento della salute come uno stretto contatto di un caso confermato, vogliamo che tu segua la guida del dipartimento della salute, che la guida ha lo scopo di proteggerti e impedire a questo virus di diffondersi ulteriormente. Per il resto del pubblico americano, in questo momento, comprendiamo che la gente è preoccupata. Il nostro consiglio è che in questo periodo dell’anno, le cose migliori da fare sono quelle che generalmente raccomandiamo in questo periodo dell’anno, per prevenire la diffusione di malattie infettive. Lavati le mani, copri la tosse, abbi cura di te e tieni attento alle informazioni che stiamo fornendo, perché forniremo nuove informazioni non appena saranno disponibili. Grazie.

Ducharme: grazie.

Ben Haynes: domanda successiva, per favore, Ashley.

Operatore: La tua prossima domanda arriva da Leonard Bernstein con “Washington Post”. La tua linea è aperta.

Bernstein: Grazie mille per aver risposto alla mia domanda. In realtà, due domande. Quanti contatti ora devi rintracciare per questa coppia e potresti caratterizzare il grado di malattia, il loro grado di malattia? Se la persona media li guardasse, come fanno a distinguere un ammalato di influenza da uno che ha contratto il Coronavirus? Come può il pubblico farsi un’idea di chi sia malato?

Dr. Nancy Messonnier: Dr. Layden o Dr. Ezike, penso che sia per te.

Dr. Jennifer Layden: Ciao a tutti. Questo è Jen Layden dall’Illinois. Grazie per quelle domande. Per quanto riguarda lo stato dei nostri due pazienti, il primo paziente sta andando abbastanza bene, rimane in ospedale, rimane ricoverato principalmente per isolamento. Il secondo paziente è stato ricoverato più di recente ed è stabile.

Bernstein: Solo per essere preciso, potresti darci un’idea di come si manifesta questa malattia, come appaiono i sintomi in un paziente reale?

Dr. Jennifer Layden: Non vogliamo parlare con le informazioni dei singoli pazienti. Penso che sia meglio usare i dati che sono emersi da altri luoghi, ma di nuovo, penso che sia importante sottolineare che per questi due individui il primo paziente sta andando abbastanza bene e il secondo paziente rimane stabile.

Dr. Nancy Messonnier: Questo è il Dr. Messonnier. Quello che direi è che l’informazione sta ancora venendo fuori ma l’informazione che è emersa è coerente con ciò che abbiamo sentito da sempre, cioè che la maggior parte di questi pazienti inizia con febbre e malattie respiratorie, tosse, mancanza di respiro, che i pazienti che stanno avendo gli esiti più gravi sono ancora negli anziani, e in individui già debilitati da malattie pregresse.

Ben Haynes: domanda successiva, per favore.

Operatore: La tua prossima domanda arriva da Mike Stobbe di Associated Press . La tua linea è aperta.

Stobbe: Ciao, grazie per avermi chiamato. Potresti dirci qualcosa in più su questo ultimo caso? Sua moglie ha circa 60 anni. Anche lui ha 60 anni, quanti anni ha? Lui o sua moglie hanno una malattia pregressa? Vivevano in una casa o in un appartamento? Qualcun altro ha vissuto con loro e potresti rispondere alla domanda precedente un po ‘di più sui contatti, su quante persone stai esaminando?

Dott.ssa Nancy Messonnier: Dott.ssa Layden, so che è molto cauto non fornire informazioni private, ma forse potresti fornire qualche informazione in più?

Dr. Jennifer Layden: Assolutamente. Certamente. Siamo in grado di fornire ciò che siamo in grado di condividere. Quindi, questo individuo è il marito del primo caso, un’età simile. Ha alcune condizioni mediche di base e rimarrà in ospedale. Per quanto riguarda i contatti, questi due individui hanno avuto tra loro un contatto molto stretto, hanno vissuto insieme, quindi dei contatti prolungati. Stiamo lavorando a stretto contatto per identificare altri potenziali contatti stretti, nonché i contatti in altre ambiti che potrebbero essere stati potenzialmente esposti. Non parleremo al massimo di quanti, ma posso dire che il nostro team investigativo sta esaminando le esposizioni potenziali giorno per giorno per identificare altre persone con vari livelli di potenziale contatto.

Stobbe: Hai detto un’età simile, quindi anche lui su i ’60, e puoi dire qual è la condizione medica di base?

Dr. Jennifer Layden: Quindi di nuovo sì, sulla sessantina. Non parleremo delle condizioni mediche di base.

Ben Haynes: domanda successiva, per favore.

Operatore : La tua prossima domanda arriva da Jacqueline Howard della CNN. La tua linea è aperta.

Howard: Sì, grazie per aver risposto alla mia domanda. Ho due domande Uno in particolare su questo caso. Sappiamo se la donna o la paziente hanno diffuso il virus a suo marito prima che fosse sintomatica e la mia seconda domanda riguarda i test. Sappiamo che il periodo di incubazione per questo virus è di circa 5,2 giorni, come riportato nel “New England Journal of Medicine”. Possono controllare il virus in fase di incubazione anche quando i casi non mostrano sintomi? Lo sappiamo anche noi?

Ben Haynes: Nancy, perché non rispondi a queste domande.

Dr. Nancy Messonnier: In realtà, il primo è probabilmente per lo stato. Se vuoi parlarne più specificamente, di cosa ti senti a tuo agio nel parlare e prenderò il secondo.

Dr. Jennifer Layden: Sì, certo. Da quello che sappiamo crediamo che il marito sia stato esposto al coniuge mentre era sintomatica.

Dott.ssa Nancy Messonnier: Riguardo la seconda domanda sul periodo di incubazione, come ho già detto in precedenza, i dati stanno davvero uscendo rapidamente e dobbiamo sintetizzare tutto. Le informazioni dall’articolo di cui stai parlando sono una serie di pazienti rispetto ai 7.700 casi che sono stati segnalati finora in Cina. È una serie relativamente piccola, importante ma relativamente piccola. Stiamo ancora usando come principio generale il periodo di incubazione compreso tra 2 e 14 giorni. Non è esattamente quello che mi hai chiesto, ma volevo essere chiaro al riguardo. La seconda domanda che stai ponendo è: è possibile rilevare questo virus prima che qualcuno sia sintomatico, e la risposta è che non lo sappiamo ancora e stiamo guardando da vicino per vedere se possiamo. L’aspetto prende due modi distinti. Una parte del nostro lavoro intorno a questi casi è prendere campioni e forse sperare che non solo realizzeremo una prevenzione di salute pubblica facendo ciò, ma cercando di imparare di più su come viene trasmesso il virus. Esistono anche test sierologici sviluppati negli Stati Uniti e altrove che potrebbero potenzialmente aiutarci a conoscere meglio a livello di popolazione come sta avvenendo l’esposizione. Infine, immagino che direi che è una buona notizia che presto ci sarà una Missione OMS in Cina. C’è molto da imparare da lì, un’esperienza più dettagliata che è di gran lunga la maggior parte dei casi e si spera che guardare in dettaglio i loro dati ci aiuterà con questa domanda specifica, che è certamente qualcosa di cui le autorità sanitarie pubbliche degli Stati Uniti potrebbero trarre vantaggio dalla conoscenza.

Ben Haynes: Ashley, abbiamo –

Howard: se posso –

Ben Haynes: scusa, vai avanti.

Operatore: La tua prossima domanda arriva da Dennis Thompson con “Health Day”. La tua linea è aperta.

Thompson: grazie per aver risposto alle nostre domande. Quindi, dato che c’è questa trasmissione in corso, so che l’Illinois è stato un po ‘preoccupato di condividere più informazioni sui pazienti, ma sai, quando pensi che saremo in grado di saperne di più sull’ospedale dove queste persone sono di ricoverate, che è poi quello che preoccupa maggiormente?

Dr. Nancy Messonnier: Illinois, vuoi rispondere? Qualcuno in Illinois o nello stato, vuoi rispondere a questa domanda, dal tuo punto di vista?

Dr. Jennifer Layden: Potresti ripetere la domanda, per favore?

Dr. Ngozi O. Ezike: Ciao, sono il Dr. Ezike. Quindi, l’ospedale. Il primo caso confermato era già stato identificato, e quindi poiché l’ospedale è stato in grado di identificarsi, tale informazione è conosciuta. Non entreremo nei dettagli del secondo caso.

Ben Haynes: Ashley, abbiamo tempo per un’altra domanda.

Dr. Nancy Messonnier: Forse aggiungerò, tuttavia, che, ancora una volta, dal punto di vista del CDC, la questione se il pubblico debba conoscere l’ospedale è un importante chiarimento. Gli operatori sanitari dell’ospedale hanno una grande priorità per la protezione e il dipartimento sanitario a livello statale e locale sta lavorando con l’ospedale per garantire che i loro lavoratori siano protetti. Poiché non crediamo che quel paziente che è isolato sia un rischio per la sua comunità, il dipartimento della salute sta prendendo la decisione che non sono informazioni che debbano essere diffuse per il momento. Dr. Ezike, sembra giusto?

Dr. Ngozi O. Ezike: È assolutamente corretto. Grazie.

Ben Haynes: Ashley, abbiamo tempo per un’altra domanda, per favore.

Operatore: L’ultima tua domanda arriva da Kristen Thometz con le notizie WTTW. La tua linea è aperta.

Thometz: Ciao, grazie per aver risposto alla mia domanda. So per quanto riguarda il primo caso di Chicago, è stato affermato che la paziente non ha viaggiato molto al suo ritorno dal suo viaggio in Cina. Mi chiedevo a cosa si riferisce quando dice “I suoi movimenti all’interno della comunità”.

Dr. Jennifer Layden: Ciao, sono Jen Layden dell’Illinois. Questa è un’indagine attiva e continuiamo a raccogliere informazioni, mentre parliamo con il marito, e con le persone con cui ha trascorso del tempo.  Il Marino non ha viaggiato, in modo simile a sua moglie, e ha avuto stretti contatti con lei dopo il suo ritorno negli Stati Uniti. Stiamo esaminando tutte le potenziali aree di esposizione della donna per raggiungere questi contatti.

Dott.ssa Nancy Messonnier: Aggiungerò a ciò, che sappiamo da ampie interviste, che non stava partecipando alle riunioni di massa. So che sarebbe preoccupante.

Ben Haynes: Vorrei ringraziare il Dr. Redfield, il Dr. Messonnier e i nostri colleghi dell’Illinois. Ricordatte di visitare la pagina Web del   coronavirus 2019 per aggiornamenti continui e se hai ulteriori domande per CDC, chiama la linea media al 404-639-3286 o invia un’email a media@cdc.gov. Grazie.

Operatore: Grazie per aver partecipato alla teleconferenza di oggi. Puoi disconnetterti ora.

CDC lavora 24 ore su 24, 7 giorni su 7, proteggendo la salute e la sicurezza dell’America. Sia che la malattia inizi in patria o all’estero, sia curabile o prevenibile, cronica o acuta, o dall’attività umana o dall’attacco deliberato, CDC risponde alle più urgenti minacce per la salute in America. CDC ha sede ad Atlanta e ha esperti situati negli Stati Uniti e nel mondo

veronulla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *